Mal di testa

un disturbo comune

MAL DI TESTA

La cefalea, più comunemente definita mal di testa, è un disturbo che si manifesta, infatti, come dolore alla testa; secondo l’OMS è tra le prime 20 problematiche sanitarie in grado di peggiorare la qualità della vita a causa delle sue caratteristiche invalidanti. Per curare un mal di testa è importante una diagnosi specifica, al fine di intervenire in modo corretto con farmaci o altri approcci terapeutici mirati. La cefalea colpisce in modo prevalente le donne, fino a 2-3 volte di più rispetto agli uomini.
Classificazione delle cefalee (fatta da International Headache Society):

EMICRANIA

L’emicrania è un disturbo ricorrente, più diffuso nel sesso femminile ed in genere si manifesta nell’età giovane-adulta. I sintomi dell’emicrania sono: dolore di solito pulsante su un unico lato, che peggiora con la normale attività fisica associata ai movimenti quotidiani, nausea, vomito. I possibili fattori scatenanti l’attacco di emicrania sono ambientali, alimentari, emotivi e/o ormonali. La conoscenza di questi fattori sono uno strumento di prevenzione da nuovi attacchi di emicrania.

CEFALEA TENSIVA

La cefalea tensiva (o muscolo tensiva) è la forma di mal di testa più comune e diffusa, in forma episodica o cronica. Gli attacchi possono durare da pochi minuti a diversi giorni ed il dolore di intensità lieve o moderata, localizzata su entrambi i lati della testa distribuendosi come una fascia o come un casco; è abbastanza semplice distinguere la cefalea tensiva dall’emicrania poiché l’attività fisica non peggiora i sintomi e raramente sono presenti nausea e/o vomito (presenti nell’emicrania). I fattori che possono scatenare l’attacco sono: stress, ansia, abuso di farmaci, posture errate. La cefalea muscolo tensiva cronica è diagnosticata quando il mal di testa è pressochè quotidiano.

CEFALEA A GRAPPOLO

La cefalea a grappolo é una forma di mal di testa che colpisce prevalentemente il sesso maschile (dal 70% al 90% dei casi) e si presenta sia in forma episodica che cronica: il nome deriva dall’osservazione che gli attacchi si presentano in periodi attivi (grappoli) alternati a periodi privi di mal di testa; un attacco è caratterizzato dai seguenti sintomi: dolore molto severo che compare rapidamente e si concentra su un unico lato della testa, di norma attorno all’occhio; il soggetto colpito da cefalea a grappolo manifesta irrequietezza ed incapacità di stare fermo; in alcuni casi l’attacco può essere scatenato da fattori esterni come alcool, stress od eventi stressanti.

CEFALEE SECONDARIE

Le cefalee secondarie sono conseguenti ad una causa specifica che, se rimossa, farebbe cessare il dolore (dente cariato, traumi, dolori mestruali, tumori, ecc.)