Le Cause

cosa provoca il mal di testa

LE CAUSE

l Mal di testa può essere provocato da molteplici cause, alcune sconosciute: come ad esempio il caso della cefalea a grappolo, uno dei disturbi considerati più gravi, per il quale sono state formulate numerose ipotesi, ma senza conferme.

La cefalea tensiva invece è tipicamente causata da un’eccessiva contrazione dei muscoli del collo o della masticazione. Il più comune tra le donne è invece l’emicrania, sulla quale ci sono ancora molteplici dubbi, ma si crede che sia causata da una dilatazione repentina dei vasi sanguigni della testa. Ovviamente ci sono molti fattori che possono influire sulla frequenza del fenomeno, come ad esempio: condizioni ambientali, stanchezza e stress. Gli altri fattori che potrebbero influire sono: alimentazione, assunzione di alcolici, farmaci, mestruazioni e la carenza di sonno.

STRESS

Fattore scatenante con maggior frequenza, può essere fisico o emotivo ed è ormai componente imprescindibile della vita moderna; è impossibile evitare completamente lo stress, ma se si impara a gestirlo si potrà ridurre gli episodi di mal di testa

MESTRUAZIONI

La ritenzione dei liquidi, la tensione mammaria e uno stato ansioso generato dalle fluttuazioni ormonali che si manifestano durante il periodo mestruale possono portare ad intensificare il dolore muscolare, che fa scoppiare il mal di testa.

STANCHEZZA

L’affaticamento e la sindrome da affaticamento cronico favoriscono l’insorgere anche del mal di testa. Uno stato di spossamento costante può, tra i suoi segnali di allarme, generare anche un’intensa emicrania associata ad altri disturbi (vertigini, aumento o riduzione di peso inspiegabili, insonnia)

ALIMENTAZIONE

La particolare sensibilità a specifici alimenti (cioccolato, vino, insaccati, sughi e zuppe in scatola, formaggi stagionati) li trasforma in veri e propri fattori scatenanti di un attacco di emicrania. Attenzione a non confondere questo sintomo con una vera e propria intolleranza, in quest’ultimo caso sempre accompagnata da disturbi intestinali, eruzione cutanea, palpitazioni.

CARENZA DI SONNO

Cambiamenti di fuso orario, turni di notte, lo stesso sonnellino pomeridiano, più in generale alterazioni del ritmo sonno-veglia possono essere responsabili di un attacco di cefalea a grappolo.

CONDIZIONI AMBIENTALI

Numerosi i fattori di natura ambientale che danno origine o intensificano la cefalea in chi vi è predisposto come per esempio le variazioni atmosferiche, se si manifestano bruscamente e repentinamente (sbalzi di temperatura, umidità, scoppio di un temporale, vento, fumo, profumi)

ASSUNZIONE DI ALCOLICI

Fattore principale scatenante un attacco di cefalea a grappolo, a causa dell’effetto vasodilatatore che l’alcol genera. Sono sufficienti piccole quantità di alcol per scatenare un attacco di mal di testa.

FARMACI

L’abuso di farmaci analgesici, specie da automedicazione, o una posologia non rispettata nell’impiego del farmaco possono scatenare un attacco di mal di testa per assuefazione o per perdita del suo effetto analgesico.